Terni tra le Prime Dieci Province Italiane per Pagamenti Digitali: +48,4% nel 2023

Terni si conferma una provincia sempre più digitale, raggiungendo il nono posto nell’Osservatorio ‘Città Cashless’, che analizza i trend dei pagamenti digitali condotto da SumUp, una fintech attiva nel settore dei pagamenti digitali. Nel 2023, la provincia ha registrato un impressionante aumento del +48,4% per i pagamenti effettuati con la carta di credito.

In Italia, le transazioni senza contanti hanno sperimentato un aumento del +35,5% nel 2023, secondo lo studio. Lo scontrino medio per pagamenti digitali è di 37 euro a livello nazionale, con una diminuzione del -8,1% rispetto all’anno precedente. Tuttavia, nella provincia di Terni, lo scontrino medio cashless sfiora i 40 euro, attestandosi a 39,10 euro.

I pagamenti digitali mostrano una crescente adozione tra i professionisti, come agenti immobiliari e avvocati. Inoltre, si osserva una costante crescita nei settori horeca (caffè, ristoranti, fast food, bar e club) e retail (tabaccherie, edicole, cosmesi).

La classifica delle province italiane, dopo Bolzano, Modena e Venezia, vede Terni al nono posto, confermando la sua posizione nella top 10 con un aumento del +48,4%. Questo dato mette in evidenza come la provincia stia abbracciando sempre più l’utilizzo dei pagamenti digitali.

Umberto Zola, Head of Multiproduct di SumUp, commenta: “Dall’Osservatorio ‘Città Cashless’ emerge come i pagamenti digitali stiano diventando un’abitudine in tutta Italia. Nel 2023, le transazioni senza contanti sono aumentate in tutte le province italiane, confermando la crescita non solo nei settori retail, horeca e turismo, ma anche tra artigiani e professionisti.”

Condividi sui social

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *