Terni, ‘record’ di durata del Question time: “Paralisi amministrativa”. La replica: “Dichiarazioni strumentali”

A presiedere la sessione era Raffaello Federighi: “Gli assessori sono presenti e non vedo una paralisi amministrativa”

Quattordici interrogazioni presentate dalle opposizioni, in previsione del Question time. La seduta del Consiglio comunale, convocata per la mattinata di oggi – giovedì 15 febbraio – è durata appena otto minuti. Un vero e proprio ‘record’ che detiene delle motivazioni riconducibili alle dimissioni annunciate, nei giorni scorsi, dal primo cittadino Stefano Bandecchi. A dare il via ai lavori il consigliere Raffaello Federighi che ha anticipato gli interventi di Francesco Filipponi, Marco Celestino Cecconi e Claudio Fiorelli.

Il consigliere Filipponi ha richiesto risposte scritte, come i colleghi Cecconi e Fiorelli. Unanime il parere: “E’ in corso una paralisi amministrativa. Non possiamo ricevere risposte da assessori che potrebbero decadere o essere sostituiti, nel caso di un rimpasto”

Successivamente Marco Cecconi ha dichiarato: “Prendiamo atto dell’assenza del sindaco. C’è stata l’affermazione dello stesso Bandecchi che non è soddisfatto della sua squadra”. A replicare prima è stato Raffaello Federighi, che ha dichiarato: “Gli assessori sono presenti in aula e non vedo una paralisi amministrativa”. Ha preso poi la parola l’assessore Giovanni Maggi: “Rigetto con forza le dichiarazioni strumentali. Non sussiste alcun blocco amministrativo. Mi dovrebbero spiegare la differenza tra le dichiarazioni verbali immediate e quelle scritte”. Infine, Claudio Fiorelli ha affermato: “Un clima di incertezza aleggia sulla maggioranza, finché il sindaco non si esprimerà in modo definitivo”.

Condividi sui social

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *